“OZ” … parola bizzarra …sigla enigmatica …formula magica? Forse sì!
Di sicuro capace di evocare e condurre in un modo fantastico.
Una bimba coraggiosa e tre compagni di viaggio tutti alla ricerca di qualcosa che li possa completare. Solo arrivando da OZ, il mago, si potrà scoprire che ciò che manca in realtà è sempre stato dentro ciascuno.
Ripercorriamo la vicenda del viaggio di Dorothy insieme ad uno spaventapasseri, un taglialegna di latta ed un leone spaventato lungo un sentiero di mattoni gialli per trovare cervello, cuore e coraggio.
Le parole del racconto di Baum ci conducono si lungo lo spettacolo, ma saranno le nostre stesse mani, i nostri piedi e tutto il nostro corpo a mettersi in gioco e in azione per arrivare dal grande e sorprendente OZ, nella Città di Smeraldo.
Accompagnati sul sentiero del teatro da un’ attrice ed un attore, mettiamo in scena uno spettacolo da vivere interamente ed ininterrottamente con il pubblico protagonista.

Date le sue caratteristiche, lo spettacolo è allestibile in spazi non teatrali (atri, saloni, palestre, etc.).

Con: Marcello Nicoli e Silvia Sulis
Di: Marcello Nicoli e Massimiliano Fenaroli
Regia: Massimiliano Fenaroli

Genere: Teatro d'attore, coinvolgimento attivo e costante del pubblico

Durata: 60 minuti

Pubblico: Scuola dell'Infanzia e Primo Ciclo Primaria

Tematiche: Noi stessi, un progetto da ricercare, scoprire, accudire.


Galleria